Detrazioni per il residenziale

Le novità previste sono molte: si va dalla conferma della proroga del bonus ristrutturazioni e mobili, alle nuove aliquote di detrazione per l’Ecobonus per lavori iniziati a partire dal 1° gennaio 2019.
Ecco di seguito le varie categorie:

Detrazioni fiscali per lavori di ristrutturazione

(art. 16 D.L. 63/2013 – art. 16 bis T.U.I.R.) Per quanto riguarda i lavori di ristrutturazione viene confermata la detrazione dall’Irpef del 50% delle spese sostenute per lavori di manutenzione ordinaria, straordinaria, di ristrutturazione e di risanamento conservativo su singole abitazioni e parti comuni condominiali. La detrazione si applica su un importo massimo di spesa pari a 96.000 euro. Usufruiscono inoltre della detrazione anche i lavori sugli immobili danneggiati dalle calamità naturali, l’acquisto e la costruzione di box auto pertinenziali, l’eliminazione delle barriere architettoniche, l’adozione di misure antisismiche.
Per usufruire della detrazione è sempre necessario aver effettuato il pagamento con bonifico bancario o postale, da cui risulti la causale del versamento, il codice fiscale o partita IVA del beneficiario della detrazione e del beneficiario del pagamento. La detrazione continua ad essere ripartita in dieci quote annuali di pari importo.

Bonus mobili 2019 (d.l. 63/2013)

Il bonus mobili, cioè la possibilità di detrarre dall’Irpef il 50% delle spese sostenute per gli arredi di un immobile oggetto di ristrutturazione viene anch’esso prorogato al 31 dicembre 2019. Il tetto massimo di spesa è sempre pari a 10.000 euro. Condizione per fruire dell’agevolazione è che gli interventi di ristrutturazione edilizia siano iniziati a decorrere dal 1° gennaio 2017.

Detrazioni fiscali per il risparmio energetico – eco bonus (art. 14 d.l. 63/2013)

Confermato l’eco bonus anche per il 2019 ma con alcune importanti novità. Chi vorrà istallare nuove finestre o cambiare la caldaia tradizionale con una a condensazione e a biomassa, la misura della detrazione scenderà dall’attuale 65% al 50%. Scenderà al 50% anche l’istallazione di schermature solari e di impianti di climatizzazione.

Introduzione del bonus verde

Viene introdotta una nuova agevolazione fiscale che prevede una detrazione del 36%, sulle spese documentate e non superiori a 5.000 euro per unità immobiliare ad uso abitativo, effettuate per la sistemazione e realizzazione di aree verdi, per l’istallazione di impianti di irrigazione e la realizzazione di pozzi, sia privati che condominiali.

Richiedi subito informazioni